Alimentazione nel paziente Diabetico

Commenti disabilitati

Alimentazione nel paziente Diabetico

L’andamento della sua glicemia è strettamente correlato e influenzato dalla sua alimentazione ,per questo alcuni semplici consigli potranno ridurre i valori della sua glicemia o aumentare l’efficacia dei farmaci per il diabete a lei prescritti.

Gli zuccheri semplici come saccarosio (zucchero bianco e di canna ),fruttosio (frutta), fanno alzare la glicemia, quindi cerchiamo di eliminare lo zucchero e riduciamo sia nelle quantità sia nella frequenza giornaliera la frutta. Le porzioni di frutta dovrebbero essere due al dì e lontano dai pasti, meglio usarla come spuntini.

Tutti i carboidrati e gli amidi una volta trasformati incidono sul rialzo della glicemia. Le indicazioni sono quelle di utilizzare il più possibile alimenti integrali che sono ricchi in fibre le quali riducono IG (indice glicemico )dei cibi con il risultato di ridurre il rapido aumento della glicemia . Stessa energia ma ottenuta in un tempo più lungo.

Le proteine in generale non aumentano la glicemia in maniera significativa. Non è comunque corretto basare tutta la dieta sul consumo di questi alimenti. I cibi che contengono alte concentrazioni di proteine sono carne, pesce, legumi, soia.

I grassi sebbene altamente energetici non possiedono capacità glicemiche anche per il paziente diabetico come per gli altri i dosaggi consigliati non superano il 30% del fabbisogno energetico e dovrebbero essere reperiti maggiormente dall’ olio di oliva.

Le fibre vegetali rivestono un ruolo importante nel ridurre la velocità di metabolizzazione degli zuccheri e dei carboidrati, questo ci permette di ridurre il picco glicemico. Il consiglio pratico sarebbe quindi di o associare abbondanti quantità di verdura ai carboidrati o meglio incominciare il pasto dalle verdure.

Ultimo ma non meno importante consiglio sarebbe quello di abituarsi a mangiare cinque volte al giorno. Questo permette di dividere il fabbisogno energetico giornaliero in più parti non sommando eccessivamente zuccheri e carboidrati e regolando non che limitando la gluconeogenesi (produzione di zucchero) da parte del fegato. Si stabilizza e si evitano picchi glicemici.

In breve. Una colazione con pane integrale o fette biscottate integrali accompagnata da un tazza di latte, spuntino con un frutto a metà mattina , pranzo con verdure in abbondanza seguite da un primo integrale, merenda con frutta , a cena poco pane tante verdure con un secondo a scelta, prediligendo pesce e legumi, sono indicazioni preziose per il controllo del vostro diabete.